LASER

CO2 Frazionato

laser

CO2 frazionato

Lo sviluppo dei sistemi Laser a CO2 e le nuove metodiche di intervento sempre più raffinate hanno portato a un aumento delle possibili applicazioni dei laser chirurgici che vanno dai trattamenti di resurfacing (ablativo e frazionale) a precise vaporizzazioni di numerose lesioni dermatologiche anche in sedi particolarmente delicate come la zona peri-orbitaria, l’orecchio esterno e le sedi mucose e pseudo mucose. 

Nuovi traguardi sono oggi raggiungibili grazie all’introduzione di innovative sorgenti laser a CO2 con potenze e gestioni dell’impulso che consentono un controllo completo e flessibile della profondità di ablazione, con minima diffusione termica tessuti circostanti e riducendo al minimo l’utilizzo defil’anestesia locale.

L’obiettivo principale nell’impiego di un laser chirurgico in regime pulsato (frazionato) è quello di ottenere un’ablazione con un danno termico minimo.

Questo si ottiene vaporizzando il tessuto in un tempo minore di quello necessario alla diffusione del calore.

Cos'è il

Resurfacing cutaneo?

E’ un trattamento alternativo alla classica dermoabrasione che viene effettuato con il Laser CO2 frazionato. Permette di correggere molti inestetismi cutanei superficiali sfruttando il fenomeno della vaporizzazione cellulare provocata dal raggio ad anidride carbonica. 

Il raggio laser, controllato da un sistema computerizzato, effettua una moltitudine di microscopici forellini (del diametro di circa 150 micron) nello spessore della cute, procedendo con altissima precisione fino al livello di profondità stabilito. L’efficacia della correzione varia in base alla profondità del trattamento. 

L’azione del laser determina un’immediata retrazione delle fibre di collagene, con effetto tensore della cute; il processo di guarigione che immediatamente si attiva comporta la produzione di nuovo collagene nel derma profondo.

Il trattamento consente, grazie alla selettività della sua azione, di attenuare le linee espressive e le rughe sottili, di migliorare il “codice a barre” del labbro superiore, come cicatrici da acne, cheratosi, macchie solari e pigmentazioni senili, pori dilatati. 

Il risultato è una superficie cutanea più liscia, compatta e tonica, dal colorito omogeneo e l’aspetto rigenerato, più giovane e fresco.

Come si svolge

Il trattamento?

Le sedute previste per la correzione di rughe di media profondità sono in genere 3-5. a intervalli di uno o due mesi.

Hanno breve durata e prevedono una semplice anestesia topica. 

E’ prevista l’applicazione di una crema antibiotica nei primi giorni, quando è presente arrossamento e un lieve edema.

"Abbi buona cura del tuo corpo, è l'unico posto in cui devi vivere"

social

© Dottoressa Giusi Ambrosio - P.Iva: 08872761211